Cucina

Pesca

Pesca



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Una tenera carne rosa o giallo sole, dolce e succosa ... tutta la felicità dell'estate si nasconde sotto la pelle soffice della pesca. Anche la carne fragile, che non consente di conservarla a lungo ... il che garantisce una buona freschezza sulle bancarelle durante l'apice della stagione.

Dietetica e uso

  • La pesca, che ha più acqua (87%) rispetto agli zuccheri (9%), è moderatamente calorica (40 calorie per 100 grammi) e rinfrescante. Maturo, è perfettamente digeribile, rendendolo uno dei frutti preferiti dei più piccoli. Infine, oltre alla vitamina C e alla provitamina A, contiene pigmenti (specialmente presenti nella pesca gialla) che potenziano l'azione della vitamina C e proteggono i piccoli capillari sanguigni dagli effetti dannosi del calore e del sole.
  • Per sbucciare una pesca, immergila per 30 secondi in acqua bollente, quindi passala rapidamente sotto un getto di acqua fredda o cuoci per 3 minuti nel microonde, massima potenza. La sua pelle si staccherà facilmente sulla punta del coltello. Fatto ciò, sbriciolate senza aspettare o congelatelo in previsione dei dessert invernali dopo aver ricoperto lo zucchero di parotite snocciolate.

Scelta e conservazione

  • Non confondere la pesca con la nettarina. La pelle della prima è soffice come quella dell'altra è liscia. Una pesca matura viene giudicata al tatto (la carne dovrebbe affondare leggermente sotto il dito) e il suo profumo che dovrebbe sollevare l'acqua in bocca.
  • Poiché la pesca bianca è più fragile del giallo, è meglio gestirla delicatamente.
  • Le pesche possono essere conservate per 3-4 giorni nella parte inferiore del frigorifero. Ma per espirare al massimo il loro profumo, è meglio metterli da una a due ore a temperatura ambiente prima di consumarli.